lunedì, dicembre 11, 2006

..stendardi-testardi..


Indomiti stendardi
s'accavallano sulle nostre
teste.

Come con paraocchi
seguiamo il cammino
segnato

tra luci ed ombre
incuranti del nostro passare.

Le nostre vite
per pezzi di stoffa

vuoti di importanza
pieni di potere.

2 commenti:

Venere ha detto...

Che strana poesia...è un pochino ermetica o sbaglio?? quanto ci hai studiato su? Comunque buona sperimentazione dai..anche se per capirla ho dovuto leggerla diverse volte!

conca ha detto...

FESTA DI NATALE!!!!!!!
rendete nota la buona novella, figlioli!!!
Vi aspetto. Per eventuali chiarimenti non esitate a contattarmi...